RELAZIONE FRA PSICHE E MALATTIA AUTOIMMUNE

IN QUESTO SPAZIO DEDICATO POTETE ESPORRE ESPORRE SEGNI E SINTOMI INERENTI LA VOSTRA PATOLOGIA AUTOIMMUNE E CHIEDERE SUGGERIMENTI IN MERITO AD UN ULTERIORE MIRATO APPROFONDIMENTO DIAGNOSTICO E TERAPEUTICO, ANCHE INERENTE LA MEDICINA NON CONVENZIONALE. CERCHERO' DI FORNIRVI LE LINEE-GUIDA NECESSARIE.

Moderatori: doc54, SPAZIO MEDICO, IMMUNO-ONCOLOGIA

RELAZIONE FRA PSICHE E MALATTIA AUTOIMMUNE

Messaggiodi doc54 » lun mag 11, 2009 11:27 pm

RELAZIONE PSICHE-MAI

L'AUTO-AGGRESSIVITA' IMMUNITARIA, COME MANCATO RICONOSCIMENTO DEL SELF DAL NON-SELF, SOTTENDE ANZITUTTO UNA DINAMICA DI MANCATA INTEGRAZIONE FRA SE' E NON-SE' E QUINDI UNA DICOTOMIA CONCETTUALE EGO-CENTRATA PERALTRO ASSAI CONFLITTUALE.
IN FONDO IL SISTEMA IMMUNITARIO COSTITUISCE UNA SORTA DI "ESERCITO PERSONALE", SEMPRE ATTENTO A DISCRIMINARE L'ALTRO, A DIFENDERE I PROPRI CONFINI INTERIORI, FINO A QUANDO UN INTRUSO, UNA SORTA DI CAVALLO DI TROIA, NON RIESCE A BYPASSARNE LA SORVEGLIANZA DISORIENTANDOLO E INDUCENDOLO AD AUTOAGGREDIRSI INDISCRIMINATAMENTE. POTREMMO DIRE A QUESTO PUNTO CHE LA MALATTIA AUTOIMMUNE, COME GIA' EBBI A DEFINIRLA, E' LA "STORIA DI UN MALINTESO".

DA QUESTA BREVE PREMESSA SI EVINCONO I TRATTI PECULIARI DELLA PERSONALITA' PREMORBOSA DEL CANDIDATO AUTOIMMUNE:
• NON COM-PRENSIONE
• NON COM-PASSIONE
• NON CON-DIVISIONE


SU TALI BASI IL VISSUTO RELAZIONALE SI SVILUPPA ALL'INSEGNA DI CARATTERISTICHE MODALITA' REATTIVE ALL'AMBIENTE ESTERNO:
• IN-SICUREZZA
• IN-TOLLERANZA
• INTROVERSIONE


IL RIFLESSO INTERIORE DI UN SIFFATTO STATO D'ANIMO, SPECIE SE CRONICIZZATO, EVOCA SENTIMENTI DI OSTILITA' -AUTO O ETERODIRETTI:
• TIMORE
• COLLERA
• CHIUSURA


ALLA LUCE DI QUESTO ANGOLO VISUALE, DI QUESTA LUCE INTERPRETATIVA, L'APPROCCIO ELETTIVO CHE INERISCE IL SUPERAMENTO DELLA DUALITA' FRA SE' E L'ALTRO NON E' PIU' "IO E TU", MA "NOI" E' IL PARADIGMA CHE RISOLVE LA DISARMONIA INTRA-EXTRA E RI-GENERA.
CERTO SI TRATTA DI UN PERCORSO DI NON FACILE ATTUAZIONE, SPECIE SE AFFRONTATO DA SOLI, SENZA UN ADEGUATO SOSTEGNO, DA RICERCARSI NON TANTO NELLA PSICOTERAPIA, QUANTO NELLA DISPONIBILITA' AD ASCOLTARE E SOPRATTUTTO AD "ASCOLTARSI".
PER ESPERIENZA DI TANTI CASI OSSERVATI, MOLTI DEI QUALI FORTUNATAMENTE RISOLTI, POSSO CERTO AFFERMARE CHE LA FLORITERAPIA E' TUTT'ORA IL MIGLIOR "COMPAGNO DI VIAGGIO" PER CHI VOGLIA INTRAPRENDERE SERIAMENTE UN PERCORSO DI AUTO-GUARIGIONE ED E' SULLA SCORTA DI QUESTA FERMA CONVINZIONE CHE HO DECISO DI ELABORARE UN COCKTAIL CHE SUPPORTI CHI SI METTE IN CAMMINO... :idea:
Dott. Giancarlo Cavallino
Medico Omeopata PNEI
Mob: +39.3333942207
Mob: +34 665370460
Mail: info.smige@gmail.com
Mail: dr.cavallino@legalmail.it
Skype: docowl
Avatar utente
doc54
Forum Admin
 
Messaggi: 2940
Iscritto il: mer feb 23, 2005 6:02 pm
Località: genova- italia

Torna a MALATTIE AUTOIMMUNI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron