farmacista omeopata

IN QUESTO SPAZIO DEDICATO POTETE ESPORRE ESPORRE SEGNI E SINTOMI INERENTI LA VOSTRA PATOLOGIA AUTOIMMUNE E CHIEDERE SUGGERIMENTI IN MERITO AD UN ULTERIORE MIRATO APPROFONDIMENTO DIAGNOSTICO E TERAPEUTICO, ANCHE INERENTE LA MEDICINA NON CONVENZIONALE. CERCHERO' DI FORNIRVI LE LINEE-GUIDA NECESSARIE.

Moderatori: doc54, SPAZIO MEDICO, IMMUNO-ONCOLOGIA

farmacista omeopata

Messaggiodi silvia61 » mer mag 16, 2012 12:22 am

gentile dottore, sono farmacista e dopo avere frequentato una scuola di omeopatia, da molti anni mi interesso di medicine alternative e cerco di utilizzare le mie conoscenze per fare stare meglio chi mi sta vicino e i clienti che mi chiedono consiglio.
Spesso ci riesco, ma tratto sempre piccoli disturbi acuti. Ora mi trovo ad affrontare un problema complesso: dal pap-test è risultata la presenza di HPV 66 (ASC-US), ho già eseguito una prima "bruciatura", ma a distanza di circa 1 anno risulta ancora presenza di cellule atipiche; ho utilizzato a cicli THUYA 30ch ,poi 200ch e Argentum Nitricum 9 ch e Sepia 30 ch alternandoli,ora vorrei provare i rimedi che ho letto sul forum, ma non capisco la differenza tra Transfactor 11-che comunque non si trova più in commercio- PAPIVA e 2LPAPI, quando è preferibile usare l'uno o l'altro?
Un altro disturbo recente che puo' essere utile per chiarire il quadro dignostico è l'insorgenza da qualche mese, all'incirca dall'inizio della menopausa, di indolenzimenti diffusi alle articolazioni, in particolare mano e spalle, sto attendendo di approfondire esami reumatologici o per verificare presenza di sindrome del tuunnel carpale (oggi va molto di moda).
Mi interessa molto questa branca dell'omeopatia e vorrei approfondire le mie conoscenze.
grazie dell'attenzione
Silvia
silvia61
 
Messaggi: 3
Iscritto il: lun mag 14, 2012 3:57 pm

Re: farmacista omeopata

Messaggiodi doc54 » mer mag 16, 2012 9:09 pm

PAPIVA e 2LPAPI sono molto simili, ma per esperienza ho visto funzionare meglio il PAPIVA.
Riguardo i test reumatologici mi aggiorni e vedremo come intervenire. A presto.
Dott. Giancarlo Cavallino
Medico Omeopata PNEI
Mob: +39.3333942207
Mob: +34 665370460
Mail: info.smige@gmail.com
Mail: dr.cavallino@legalmail.it
Skype: docowl
Avatar utente
doc54
Forum Admin
 
Messaggi: 2941
Iscritto il: mer feb 23, 2005 6:02 pm
Località: genova- italia

Re: farmacista omeopata

Messaggiodi silvia61 » lun set 10, 2012 3:25 pm

gentile dottore, ho fatto un ciclo di PAPIVA e dopo un periodo di qualche mese ho ripetuto il pap test e la biopsia; ora la situazione risulta peggiorata, CIN2 e come da consiglio del ginecologo sono in lista d'attesa per un intervento di conizzazione.mi consiglia di ripetere la cura con Papiva o altro?
Ho notato che le dosi nella scatola di Papiva sono numerate, cio' dovrebbe significare che sono dosi scalari, quindi è ugualmente corretto proseguire una cura con lo stesso prodotto, anche se si regredisce col dosaggio?
infine per quanto riguarda i dolori diffusi alle articolazioni, il reumatologo mi ha diagnosticato un inizio di artrosi e NON artrite, ho fatto nel frattempo interventi di fisioterapia, osteopatia e per ultimo applicazioni di neuralterapia by HUNEKE,ho avuto qualche miglioramento,resta soprattutto dolore alla spalla dx nei movimenti .
Resto in attesa di un suo parere.
saluti
Silvia
silvia61
 
Messaggi: 3
Iscritto il: lun mag 14, 2012 3:57 pm

Re: farmacista omeopata

Messaggiodi doc54 » lun set 10, 2012 11:37 pm

Continui il PAPIVA come sempre ed aggiunga:
ONCODEFENCE (BAIF) - 2 COMPRESSE 2 VOLTE AL DÌ DURANTE I PASTI
WOBENZYM (NAMED) - 2 COMPRESSE 2 VOLTE AL DÌ LONTANO DAI PASTI
Dott. Giancarlo Cavallino
Medico Omeopata PNEI
Mob: +39.3333942207
Mob: +34 665370460
Mail: info.smige@gmail.com
Mail: dr.cavallino@legalmail.it
Skype: docowl
Avatar utente
doc54
Forum Admin
 
Messaggi: 2941
Iscritto il: mer feb 23, 2005 6:02 pm
Località: genova- italia

Re: farmacista omeopata

Messaggiodi silvia61 » mar set 11, 2012 10:53 pm

Gentile dottore, seguiro' senz'altro i suoi consigli, vorrei però capire meglio come si utilizza il Papiva, se a cicli intervallati o meno da pausa,perchè come le dicevo le capsule sono numerate e quindi quando si comincia una nuova scatola si ricomincia con le dosi a diluizione più bassa e solitamente in omeopatia questo non si dovrebbe fare; inoltre mi interessa il suo parere sull'opportunità o meno di fare l'intervento che le ho detto e mi consiglia di proseguire tutta la cura per quanti mesi?
posso utilizzare contemporaneamente ZEEL-T per i miei dolori articolari?
Infine vorrei sapere se conosce la sindrome della Tourette e se ritiene che possa avere causa autoimmune- ne è affetta una mia cliente e vorrei aiutarla...
Ringraziandola anticipatamente dei suoi consigli ,le auguro di continuare a lungo la sua attività, tanto preziosa per chi soffre di malattie che spesso non si sa come curare.
cordiali saluti
Silvia
silvia61
 
Messaggi: 3
Iscritto il: lun mag 14, 2012 3:57 pm

Re: farmacista omeopata

Messaggiodi doc54 » mar set 11, 2012 11:25 pm

Può assumere il PAPIVA anche per cicli di tre mesi, intervallati da un mese di pausa.
Certamente può associare tutti gli omeopatici che desidera o di cui necessita.
Per la sindrome De la Tourette purtroppo non saprei come aiutarla: non rientra nelle forme autoimmuni. Mi spiace.
Dott. Giancarlo Cavallino
Medico Omeopata PNEI
Mob: +39.3333942207
Mob: +34 665370460
Mail: info.smige@gmail.com
Mail: dr.cavallino@legalmail.it
Skype: docowl
Avatar utente
doc54
Forum Admin
 
Messaggi: 2941
Iscritto il: mer feb 23, 2005 6:02 pm
Località: genova- italia


Torna a MALATTIE AUTOIMMUNI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron